Pagine

martedì 12 agosto 2014

40


quella sera è volata in un istante...


mi sono gustata i preparativi minuto per minuto...
ho fabbricato pom poms in tulle per giorni...



perchè li volevo così
perchè li volevo con quei colori...
ho passato ore in cucina per fare qualcosa di speciale...


e in attimo è arrivato il momento, la sera


il tempo di preparare la tavola
una tavola semplice
e di accendere qualche candela...


tutto il resto, parole pensieri e foto sono rimaste nella mia memoria...
ho lasciato la macchina fotografica e i miei occhi
hanno scattato per me...
un abbraccio stretto da una ormai quarantenne:-(...
 

lunedì 4 agosto 2014

la mia



quando sei piccola non pensi a gli anni 
e ai compleanni...
non vedi l'ora di mettere le candeline sulla torta e spengerle
esprimendo il tuo desiderio più nascosto...quasi come un rito da rispettare..

ad una certa età, odi il numero di candeline invece che dovresti mettere sulla torta...
quando gli anni si azzerano per qualche verso ti senti "più grande"
quando poi i ragazzini in fila alla coop non ti danno più del tu...allora ...si
che ti senti molto più grande...



sto preparando una festa...la mia...
tulle iuta e candele....
indovinate i colori...


 non ne esco...burro e color lino....
sono riuscita poi a trovare questo tulle di questo colore 
che me ne sono innamorata subito
 

questi pom pom penderanno sopra il tavolo

ora alloggiano sopra il divano
sono in attesa anche loro...in attesa di quel giorno...di quella sera
dei miei bilanci come per tutti gli anni...
delle mie lacrime...per la mia perenne insoddisfazione ,per i miei progetti mai realizzati
per miei sogni che non si sono mai avverati...per la mia continua instabilità...


sono in attesa dei miei sorrisi...dei baci...
degli abbracci stretti che riceverò dalle persone che sono vicine a me ogni giorno di questa vita
e mentre scrivo capisco il grande valore che è averle vicine....è già un grande sogno...
sono in attesa dei miei sguardi al cielo di notte, come per abbracciare anche lui
che non sarà al mio tavolo ma mi vedrà da lassù diventare più grande...
insomma sono in attesa di queste emozioni di parole e sensazioni...


torno a lavorare il tulle...
un abbraccio 
e a presto...

lunedì 28 luglio 2014

stella...



" non so se tu sei d'accordo con me, ma io sono proprio sicuro che il Paradiso 
sia un luogo gremito di anime gentili, 
che un tempo sono stati uomini, animali o piante quaggiù.



...puoi immaginarti un luogo celeste chiamato Giardino 
(questo è ciò che significa in greco antico la parola Paradiso), 
dove i fiori non sbocciano tutti insieme a primavera, dove fiumi e ruscelli non sono ricchi di ogni specie di pesci, o dove i prati non sono confortati dall'ombra dei pini maestosi?

...così un bel giorno ho deciso che l'aldilà, proprio come la vita, può essere tutto ciò che noi sogniamo che sia, in altre parole che il Paradiso esista e si riempa grazie alla forza e alla bellezza del nostro sogno....

....come le anime dei nostri antenati che stanno in quel luogo tanto sublime da essere perfino un po' magico, e che adesso badano a noi amorevolmente da lassù.....
Qualche volta capita perfino che tornino
sulla Terra per isegnarci una lezione o due...."

tratto da STELLA di Sergio Bambarèn


.....tu non puoi essere che là...mi manchi babbo....

martedì 15 luglio 2014

legno e lino...


non c'è dubbio con il freddo si lavora meglio....
ma  qui sembra di essere ad ottobre...non a luglio....
ma l'estate dov'è finità???...
in queste settimane ho lavorato legno e lino...i miei materiali preferiti...
perchè?...perchè cambiano con il tempo che passa...
come tutti noi...


queste "otri" come le ho chiamate io contengono le mollette in legno per stendere i nostri panni al sole


come al solito non mi smentisco...i colori...sempre quelli...


a volte mi domando perchè non esco mai da queste tonalità
provo e compro altre stoffe...ma non riesco a concludere
il mio progetto con quelle....
e poi il legno...


altro mio grande amico fin dai tempi dell'Istituo d'Arte...
quante schegge nei diti e come mi piaceva però...


è una scatola porta spaghi o nastri...per impaccare
il nastro riesce a rotolare nel sostegno in cui è impilato
e poi tagli la lunghezza che vuoi...


questo andrà in un negozio di libri
e che libri...

se siete interessate a qualcosa che vi mostro
a presto bellezze...
 

martedì 8 luglio 2014

uno spazio per me...


mentre gran parte delle donne
approfittano dei saldi comprandosi profumi e vestiti nuovi
io sono senza speranza...e compro farina nuova,uova e ricotta...
questi giorni di acqua e vento mi invogliano ancora di più
a rintanarmi in cucina...mio grande amore fin dai tempi in cui ero alta soltanto sessanta centimetri
dove penso...rifletto mi rilasso e creo tutto intorno
uno spazio per me...


tutto parte da un po' di semplice farina...con questa polvere bianca doppio zero
 morbida tra le dita
devi per forza creare...


aggiungi uova, uno per ogni 100 gr di farina, per persona
e poi inizia ad impastare...
stendi e oplà il gioco è quasi fatto


non importa che siano perfetti in superficie
odio la troppa perfezione...anche nelle foto...
secondo me non esiste...
adoro le rughe della pasta...
sono fatti a mano e si sà che le cose fatte a mano sono uniche e non perfette...


ricotta e spinaci al suo interno


e ora corro a pulire c'è farina ovunque...

venerdì 4 luglio 2014

raccontami...


con la stoffa in mano chiedo a lei....raccontami
parlami di storie e di vite passate...
fammi sentire il profumo di altri tempi....
dove , come dicono gli anziani e lo diceva pure mio nonno
si stava meglio quando si stava peggio...

prendere dal baule di nonna quintali di ghinea...
e arrotolarmela addosso annusando...
con le lacrime agli occhi per non averla conosciuta abbastanza...

sono nati loro i.....raccontami....



ho messo un po' di storia, come se la stoffa fosse la pagina di un libro


appesi alle chiavi dell'armadio...
alla chiave della porta di camera...o del cassettone...
oppure nella credenza delle tovaglie....


numeri e date che ricordano una storia
e come al solito tanta tanta fantasia



buon fine settimana...

mercoledì 2 luglio 2014

cronache di un'arnia....


...mi piace passeggiare per la campagna di Vico...
ci sono cose da scoprire e con un po' di fantasia
da reinventare...
il mio posto è là....dai fagiani...come lo chiamo io...

un'oasi di verde a pochi passi dalla mia casa...dove ci sono campi e campi....
a perdita d'occhio...e tra i campi ci sono case di contadini con le galline che corrono davanti a te mentre cammini in mezzo alla strada...
paperi rumorosi e uova fresche per essere vendute...
conigli.... e verdure a km zero...

così mentre passo ascolto i miei pensieri e continuo a sognare sulla vita che vorrei...quella vita povera
 fatta di un orto e verdure fresche colte all'ultimo momento  improvvisando una cena..


e così con gli occhi pervasi di terrore di mr. m...porto a casa queste meraviglie....
ma cosa ci fai? dove vorresti metterle...????ma dai ire....
non ti preoccupare penso a tutto io...cambio voce divento più dolce...per far sì che queste due arnie che certamente non erano così pulite..anzi..venissero caricate nella sua auto...

mi sono dimenticata ,dalla fretta e la voglia di pulire ciò che avevo preso con tanta euforia, di fare qualche foto per far vedere il prima ma ormai non mi interessa più...
alla fine ho trovato un posto anche a loro...


a volte le cose non sono come le vedi...


ma dove e come le senti...